SIPAR SRL è un’organizzazione certificata



CLP-REACH Istruzioni Min. Lavoro

Nuove istruzioni del Ministero del Lavoro nella nota prot. 14877 del 2011
Il ministero del lavoro con la nota prot. 14877 del 2011 fornisce chiarimenti in merito alle implicazioni dei regolamenti Reach 1907/2006 e CLP 1272/2008 sulla protezione da agenti chimici,cancerogeni,mutageni (titolo IX del D.Lgs.81/2008).
Il ministero spiega che la definizione di agenti chimici fornita dal testo unico sicurezza è notevolmente estensiva e riguarda tutti gli elementi e i loro composti chimici,sia da soli che in miscela, sia provenienti direttamente da risorse naturali che da sintesi chimica. Relativamente agli attori responsabili della sicurezza il datore di lavoro può coincidere,nello stesso tempo, a seconda del prodotto che si considera, con il fabbricante, l'importatore,il distributore, l'utilizzatore a valle. il ministero aggiunge che ogni datore di lavoro ha il compito di mettere in atto tutte le azioni finalizzate a garantire il trasferimento delle nuove informazioni previste dall'applicazione dei regolamenti, ai diversi soggetti della catena di approvvigionamento. Infine il ministero precisa che i regolamenti CLP-REACH sono destinati ad avere un impatto sui processi collegati alla valutazione del rischio da agenti chimici pericolosi,cancerogeni e mutageni e che lo strumento privelegiato per trasferire le informazioni resta la SDS (scheda di sicurezza), oltre all'etichettatura riportata sui contenitori e sugli impianti.

Stampa

AZIENDA

CONSULENZA

FORMAZIONE

DOCUMENTAZIONE

NEWS

ESPERTO RISPONDE


Rilascio del consenso On-line
Ai sensi degli art. 13 e 14 del Regolamento 2016/679/UE (GDPR) si informa che i dati personali raccolti e/o quelli della società di cui alla presente scheda saranno esclusivamente trattati per le finalità connesse e strumentali alla gestione del rapporto contrattuale, nel pieno rispetto della normativa citata, al fine di garantire i diritti, le libertà fondamentali, nonché la dignità delle persone fisiche, con particolare riferimento alla riservatezza e all'identità personale.

Presto il mio consenso

Ogni Studio/Azienda può fare più richieste di partecipazione ad attività formative individuali a catalogo, fermo restando che il totale del contributo concesso pari all'80% dell'imponibile I.V.A. delle singole richieste, non deve superare l'importo di euro 1.600,00 (milleseicento/00). Pertanto per ogni singola iniziativa il Fondo riconoscerà al Proponente un contributo pari all'80% dell'imponibile I.V.A. rimanendo a suo carico la copertura del restante 20%